definizione

  • Definizione di angolo

    Si definisce angolo ciascuna delle due figure delimitate da due semirette aventi la stessa origine.

    Le due semirette si chiamano lati dell'angolo, l'origine si chiama vertice.

  • Definizione di derivata

     

    Definizione

    Definizione: la funzione f(x) si dice derivabile in x0 se esiste il limite per h->0 del rapporto incrementale in x0. Questo valore si chiama derivata della f(x) in x0

     La derivata prima si indica con f'(x0).

    Pertanto

    definizione di derivata

  • Definizione di segmento

    Definizione: per segmento si intende l'insieme di punti di una retta compresi fra due punti detti estremi del segmento

  • Definizione di triangolo

    Definizione: Un triangolo è un poligono avente tre lati.

     

    Video sui triangoli 

  • Definizione scomposizione di un polinomio

    Definizione di scomposizione di un polinomio

    Scomporre un polinomio significa scrivere il polinomio sotto forma di prodotto di polinomi irriducibili, cioè polinomi che non si possono ulteriormente
    Esistono diversi tipi di scomposizione. 
    Per ogni polinomio occorre individuare la scomposizione appropriata, pertanto in primo luogo occorre saper utilizzare i vari metodi di scomposizione.
    Pertanto un polinomio può essere scomposto coi seguenti metodi:

    1. Scomposizione di un polinomio a fattor comune

    2. Scomposizione a fattor comune parziale;

    3. Scomposizione mediante prodotti notevoli;

    4. Trinomio notevole;

    5. Somma o differenza fra due cubi;

    6. Scomposizione mediante la regola di Ruffini.

  • I monomi

    Definizione

     Definizione

    Un monomioprodotto di numeri e lettere è il prodotto di lettere e numeri.

    Per esempio:

    a) -3· x ·y·z ·x·y·(-4) ·x·y= 12x2·y3·z;

    b) 2·a·b ·a·c·7 ·a·c=14a3bc2

    E' evidente che è possibile moltiplicare fra loro i numeri e le lettere uguali. Pertanto un monomioprodotto di numeri e lettere si può sempre scrivere come prodotto di un numero per potenze di lettere con esponente positivo.

    In questo caso si dice che il monomioprodotto di numeri e lettere è scritto a forma normale.

    La parte numerica prende il nome di coefficiente, si può ommettere quando vale uno.