radicali

  • Consideriamo l ’uguaglianza b=an, dove a e n sono noti. Sappiamo che questa è l’operazione di potenza.

    Inversamente, nota la potenza b è possibile determinare la base a nel caso si conosca l’esponente n, sia l’esponente n nel caso si conosca la base

    Quindi all’operazione di elevamento di potenza corrispondono due operazioni inverse.

    Data il numero b e l’esponente n, la ricerca della base a definisce l’operazione di estrazione di radice che si indica con

     

    Pertanto la radice ennesima è quel numero che elevato per l'indice della radice è uguale all'esponente consiste nella ricerca di quel numero a che elevato alla n-esima potenza dia b per risultato.

    Il numero b si chiama radicando, n indice della radice si chiama radice ennesima di b

     

    Video sulla definizione di radicali